Bimbi a bordo: per la sicurezza dei nostri cuccioli!

In questi giorni la polizia Municipale delle Terre d’Argine sta distribuendo nelle scuole dei quattro Comuni un Vademecum con le regole per il trasporto dei bambini a bordo di automobili e biciclette.

La finalità di queste “regole” non è, come ribadisce la lettera che accompagna il vademecum, il richiamo al rispetto di una norma, ma LA PROTEZIONE dei nostri bambini.

A volte i bambini piangono, non vogliono stare nel seggiolino, mettersi il caschetto, essere legati… è comprensibile, sono bambini! Ma noi siamo adulti, e dobbiamo pensare alle possibili conseguenze di queste disattenzioni: vale allora la pena sentire un pianto, sapendo che in caso di incidente il nostro bambino è tutelato per quanto è possibile da conseguenze a volte gravissime.

Guardate questo video:

Possiamo spiegare ai nostri bambini che è per la loro sicurezza, e mostrandoci fermi a poco a poco anche quelli che si ribellano di più capiranno e smetteranno di fare questi capricci – parola di mamma!

Scarica il VADEMECUM – Scarica la lettera di accompagnamento

3 thoughts on “Bimbi a bordo: per la sicurezza dei nostri cuccioli!

  1. Grazie per la segnalazione. ho letto il vademecum ma vi rivolgo una domanda.
    ieri sono andata in un negozio per acquistare un adattatore e mi hanno detto che.
    – è omologato in italia ma non va bene se viaggio all’estero
    – che sono stati fatti dei test e non è sicuro per il bambino perchè manca lo schienale, pertanto è più di danno che altro
    – che fra due anni non sarà più a norma nemmeno in italia per il motivo suddetto, ma i bimbi fino a 1,5 m. dovranno usare solo seggiolini omologati.
    queste informazioni sono state date al negoziante da parte del rappresentante.
    ne sapete qualcosa? potete darmi conferma di queste inforazioni?
    grazie
    Valeria

    • Premesso che siamo mamme e non abbiamo informazioni aggiuntive rispetto a quelle che hai letto tu, a me sembra che:
      – se c’è l’etichetta come nel vademecum (sigla “ECE” seguita dal numero 44 o R44, e Paese d’omologazione E1, E2, ecc) allora almeno in Europa deve essere omologato;
      – non capisco come potrebbe essere dannoso l’adattatore senza lo schienale: serve a rialzare il bambino in modo che la cintura lo tenga senza ad es. strozzarlo perché è troppo basso
      – quello che accadrà tra due anni non lo so, forse tra due anni cambieranno le regole di omologazione…
      A me sembra che se è omologato e corrisponde alla classe di peso di tuo figlio, puoi stare tranquilla.
      Per il GAAM Annalisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *