Toxoplasmosi: come prevenirla in cucina

Abbiamo letto con interesse in un gruppo per mamme su Facebook questo post sull’argomento del dottor Stefano Zona, specialista in malattie infettive, e gli abbiamo chiesto il permesso di pubblicarlo qui a beneficio delle mamme in attesa che ci leggono:

“Carissim*,
sollecitato da un post in cui si discuteva su cosa poter mangiare in gravidanza, ho deciso di scrivere alcune note sulla toxoplasmosi e la possibilità di prevenirla in cucina.

Tralascio cosa sia il Toxoplasma gondii e cosa possa fare al feto.

Andiamo direttamente ai cibi non sicuri. Potenzialmente, diversi cibi possono essere pericolosi: carne di maiale, di pecora, di manzo, di cavallo, pollame, selvaggina, verdura e frutta sono i più implicati.

Abbiamo dei metodi per rendere sicuri questi cibi? Sì.

Innanzitutto, la cottura, in particolare per la carne: dobbiamo mantenere una temperatura di almeno 75°C all’interno della carne per una durata di almeno 3-5 minuti (utile sfruttare il termometro per cibi, soprattutto per il pollame). Occhio, perché non è una cosa così ovvia: alcuni tagli di carne non si prestano a questo tipo di cottura.
Sono quindi da evitare le bistecche al sangue, ma anche quelle tagliate troppo sottili, perché normalmente non le lasciamo sul fuoco per così tanto tempo (diventerebbero delle solette immangiabili). Ovviamente, da evitare roast beef, carpacci, fiorentine… (1)
Anche la cottura a microonde è inutile in funzione dell’inattivazione delle ovocisti.

In secondo luogo, abbiamo i metodi di conservazione. Partiamo dalla salatura: ho notato che in diversi opuscoli che si trovano in rete viene dato bollino verde ai salumi stagionati per almeno 30 giorni. Ora, non ho trovato un riferimento bibliografico che possa sostenere tale tesi: infatti, esistono lavori che citano almeno 6 settimane di conservazione dei salumi con sale e sottovuoto. Ma una ricerca spagnola recente (2), che conferma un precedente lavoro (3), sul prosciutto Serrano (più o meno come il nostro Parma o San Daniele), ha trovato che le ovocisti di toxoplasma sono ancora attive e infettive a 9 mesi di stagionatura in circa l’8% dei campioni raccolti.
Per cui, mi sembra corretto consigliare i salumi cotti (prosciutto cotto, mortadella), ma anche il prosciutto crudo stagionato almeno 24 mesi (che è anche più buono…).
Ho trovato che molti consigliano la bresaola: tale consiglio, però, non trova un reale razionale di fondo. La bresaola è un salume crudo stagionato 12 settimane, quindi un tempo non sufficiente a inattivare completamente le ovocisti del Toxoplasma gondii.
L’affumicatura non è un metodo di conservazione utile a inattivare le ovocisti. (1)
Il metodo migliore per inattivare le ovocisti di Toxoplasma gondii è sicuramente l’abbattimento termico a una temperatura inferiore ai -10°C per 3 giorni oppure inferiore ai -16°C per 48 ore. (4)

come-lavare-la-verdura_NG2In ultimo luogo, parliamo di disinfezione.
Molti medici consigliano di usare bicarbonato di sodio o addirittura Amukine med (ipoclorito di sodio) per disinfettare frutta e verdura, così da poter mangiare le verdure crude. Ho una notizia importante: sono metodi inutili. È dimostrato che il Toxoplasma rimane attivo e infettivo dopo 24 ore in ipoclorito di sodio al 10% (normalmente, per le disinfezioni della cute, si usa al 5%).(5) Il bicarbonato di sodio non ha alcun potere disinfettante. Quindi, l’unico modo per pulire la verdura e la frutta è l’acqua corrente. Abbondante. A fiumi.
Per quel che riguarda la frutta, è importante pelarla dopo averla lavata: se non si lava, si rischia, con il coltello, di portare all’interno le cisti e quindi di mangiarle.

Spero di avere dato alcune informazioni utili.
Come sempre, se qualcun* avesse correzioni da proporre, ben felice di aggiustare questo post.

______________________________________
Referenze bibliografiche

1. Jones JL, Dubey JP. Foodborne toxoplasmosis. Clinical Infectious Diseases. 2012 Sep;55(6):845–51.
2. Gomez-Samblas M, Vílchez S, Racero JC, Fuentes MV, Osuna A. Quantification and viability assays of Toxoplasma gondii in commercial “Serrano” ham samples using magnetic capture real-time qPCR and bioassay techniques. Food Microbiol. 2015 Apr;46:107–13.
3. Bayarri S, Gracia MJ, Pérez-Arquillué C, Lázaro R, Herrera A. Toxoplasma gondii in commercially available pork meat and cured ham: a contribution to risk assessment for consumers. J Food Prot. 2012 Mar;75(3):597–600.
4. Opsteegh M, Kortbeek TM, Havelaar AH, van der Giessen JWB. Intervention Strategies to Reduce Human Toxoplasma gondii Disease Burden. Clin Infect Dis. 2014 Dec 12;60(1):101–7.
5. Wainwright KE, Miller MA, Barr BC, Gardner IA, Melli AC, Essert T, et al. Chemical inactivation of Toxoplasma gondii oocysts in water. J Parasitol. 2007 Aug;93(4):925–31.

Sabato 13 dicembre: scopriamo insieme la figura della DOULA

Avete mai sentito pdoulaarlare della “doula”, una donna che affianca la futura e neo mamma durante gravidanza, parto e puerperio?

Anche nel nostro Paese si sta diffondendo questa figura, diversa e per molti aspetti complementare alle professioni sanitarie che si occupano delle donne prima, durante e dopo il parto.

Sabato 13 dicembre vi invitiamo alle ore 10.00

presso la Casa del Volontariato
in viale Peruzzi, 22

per l’incontro

DOULA: un aiuto concreto
per vivere al meglio gravidanza, parto e post parto.

A cura di Elena Biamonte, doula, e Maria Chiara Purcaro, educatrice perinatale.

Prenotazione obbligatoria al 370-3052341

Vi aspettiamo!!

Le mamme del GAAM

“Il primo sguardo” – invito ai futuri genitori

Ricordiamo a tutti – in particolare ai futuri genitori e nonni – che

sabato 11 alle ore 17.00 presso la Casa del Volontariato

ci sarà la proiezione gratuita e aperta a tutti del film

“Il primo sguardo”primo_sguardo_low

intervista al neonatologo Marshall Klaus (padre del “bonding” fra madre e neonato, colui che per primo ha aperto le terapie intensive neonatali ai genitori), con bellissime immagini e filmati di parti fisiologici e “cure prossimali”. Il filmato evidenzia l’importanza delle prime ore dopo la nascita per il benessere del neonato e dei genitori, per la loro relazione, per l’adattamento del bimbo al mondo e per l’avvio dell’allattamento.

L’ostetrica Chiara Chittoni lo commenterà e risponderà alle domande del pubblico

VI ASPETTIAMO!

Parliamo di… CUSCINI DA ALLATTAMENTO!

Premessa: nei negozi, nei cataloghi delle marche che producono linee per l’infanzia, nelle riviste per future o neo mamme vengono pubblicizzati diversi articoli “per l’allattamento”. Molti sono dannosi (un esempio per tutti, i biberon: se anche vi spremete il latte, darlo con il biberon può interferire con la corretta suzione del bambino e portare alla fine dell’allattamento al seno), molti altri semplicemente inutili.

Quindi noi ribadiamo: per allattare servono la mamma e il bambino, niente altro è indispensabile!

In generale quindi non lasciatevi convincere dai negozianti che tiralatte, paracapezzoli, creme o olii “salva-seno”, ciucci o biberon particolari sono utili o addirittura indispensabili: alcuni strumenti (come un buon tiralatte, i paracapezzoli o una eventuale crema) possono servire in alcuni casi, ma lasciatevi consigliare da un professionista che si occupa di allattamento, dopo una consulenza personalizzata, come quelle che è possibile richiedere gratuitamente alle ostetriche dedicate a questo servizio nei consultori territoriali.

Rientrano tra gli articoli sempre più presenti nei negozi di puericultura anche i “cuscini per l’allattamento”. Anche questi non sono oggetti indispensabili. Se hanno determinate caratteristiche, però, possono essere comodi e utilizzabili in più modi, e quindi essere un regalo gradito per una neomamma.

Variesmall copiaIn cosa può essere utile/comodo un cuscino da allattamento?

– La principale funzione è quella di sostenere il bambino quando si attacca al seno (nella classica posizione “a culla” o in quella “a rugby”) in modo che la mamma non debba irrigidire e sforzare troppo il braccio col quale lo sostiene procurandosi contratture alle spalle o al collo. Per questa funzione il cuscino deve essere sufficientemente “sodo”: quelli fatti a biscione con dentro materiali come pallini di polistirolo cedono proprio laddove il peso è maggiore, quindi non sostengono proprio quello che dovrebbero sostenere.

– Nella posizione di allattamento da sdraiate, a letto, il cuscino può essere tenuto ad una estremità in mezzo alle gambe (utile in caso di punti, cesareo), e nella parte centrale e verso l’altra estremità essere posizionato dietro il bimbo in modo che rimanga di fronte alla mamma, pancia contro pancia con lei, per garantire un attacco efficace. Sia in questo caso che nel precedente, per queste funzioni di sostegno possono essere utilizzati altri cuscini “normali” o asciugamani arrotolati; avere un cuscino da allattamento può essere solo più comodo perché con pochi gesti la mamma se lo sistema velocemente.

cuscino_allattamento – Allacciando i lacci alle estremità, il cuscino diventa un “nido” dove tenere semisdraiato o seduto il bimbo che ancora non gattona (quindi può sostituire la più pesante e ingombrante sdraietta).

La nostra associazione produce cuscini con queste caratteristiche da anni, e per noi è una fonte di autofinanziamento, che abbiamo deciso di “rilanciare” con una nuova modalità: insieme al cuscino (che ha una fodera in cotone che si può togliere in modo da essere lavata) viene data anche una fodera di ricambio.

cuscino_allattamento_GAAM copiaIl contributo che chiediamo è allineato con quelli dei cuscini più economici che abbiamo visto in commercio, e che hanno caratteristiche simili. Ovviamente quello che cambia, se non è il prezzo o il tipo di cuscino, è che scegliendo di chiederlo al GAAM sostenete una piccola associazione di volontariato e non una grande catena di distribuzione! Quindi se pensate di regalarne o farvene regalare uno… teneteci presenti! (Per informazioni guardare il numero di Antonella nel volantino alla pagina “Incontri”).

 

Prossimi incontri in programma…

Carissimi Mamme e Papà,

i nostri prossimi incontri sono rivolti soprattutto a chi è in attesa:

  • essere_voce_iconagiovedì 20 marzo alle 16.30 presso la biblioteca Il Falco Magico c’è l’incontro mensile di Essere_VOCE: ostetrica, mamma lettrice e bibliotecaria vi parleranno delle meraviglie del leggere ai propri bimbi già da quando sono nella pancia. Potrete anche sfogliare (e prendere in prestito) la ricchissima bibliografia con tanti consigli di lettura per voi e per i vostri cuccioli. L’incontro è gratuito ma è richiesta la prenotazione al numero 338-4265167.

jj

  • fdb-gestantemercoledì 26 marzo alle 20.30 presso la Casa del Volontariato la naturopata Alessandra Saltini terrà un incontro sui FIORI DI BACH: un sostegno naturale per la gravidanza, il parto e l’allattamento. Si consiglia di prenotare al 370-3052341 per avere copia dei materiali che Alessandra lascerà ai partecipanti.

Passate parola e… vi aspettiamo!!

Prepararsi al parto e all’allattamento: due appuntamenti per le future mamme

Carissime/i,

vi segnaliamo queste due opportunità per prepararvi al travaglio e all’allattamento (se non siete in attesa vi chiediamo di passare parola ad amiche e conoscenti che lo sono!)

  • mercoledì 12 marzo, dalle 10 alle 11 presso NUBRA Medica – Via Pezzana, 62 – Carpi, Alessandra Saltini, naturopata, offre un’altra lezione di prova gratuita di TECNICHE DI RILASSAMENTO E RESPIRAZIONE PER DONNE IN GRAVIDANZA: per informazioni e prenotazioni chiamare NUBRA Medica, tel. 059 681198, o direttamente Alessandra, cell. 338 4284162
  • abc_blockssabato 15 marzo, dalle 9 alle 12.30 circa presso la Casa del Volontariato – viale Peruzzi, 22 – Carpi, il GAAM tiene l’incontro informativo
    ALLATTARE IN 3 MOSSE: l’ABC dell’allattamento materno. Un breve corso rivolto alle neo e future mamme – sono invitati anche papà, nonni, amiche e chiunque sia interessato, per sostenere la mamma nell’allattamento. Comunicare la propria presenza al 370-3052341 possibilmente entro il 12/03 (è possibile aggiungersi anche all’ultimo minuto, ma non garantiamo la disponibilità delle dispense del corso).

Vi aspettiamo!!

Il GAAM segnala… Rilassamento per il parto e il film “L’economia della felicità”

Cari Mamme e Papà,

vi segnaliamo questi due appuntamenti:

  • relaxionMercoledì 5 marzo dalle 10.00 alle 11.00 presso NUBRA Medica – Via Pezzana, 62 – Carpi si terrà una LEZIONE DI PROVA GRATUITA di TECNICHE DI RILASSAMENTO E RESPIRAZIONE PER DONNE IN GRAVIDANZA. Il corpo è molto più saggio della mente e da migliaia di anni sa cosa deve fare!!! Imparare a rilassarsi e a respirare per affrontare il travaglio e il parto in modo più consapevole e naturale.
    Conduce l’incontro la naturopata Alessandra Saltini.
    E’ necessaria la prenotazione. Per informazioni e prenotazioni:
    NUBRA Medica, Via Pezzana, 62 – Carpi – Tel. 059 681198; Alessandra 338 4284162
    SCARICA IL VOLANTINO
  • 116198_Speciale_ralfGiovedì 6 marzo alle ore 21 presso l’Auditorium Loria – via Rodolfo Pio, 1 – Carpi ci sarà la proiezione pubblica e gratuita del film-documentario “L’ECONOMIA DELLA FELICITÀ”.
    “Quando le persone cominciano a capire il nesso tra cambiamento climatico, instabilità economica globale e la loro personale sofferenza – stress, solitudine, depressione – allora c’è davvero la potenzialità di un movimento che cambia il mondo. Illustrando la ricchezza secondo una diversa prospettiva, il film illustra queste connessioni spesso nascoste. Portare l’economia vicino a casa non solo ci salverà dalla catastrofe ambientale ed economica, ma ci aiuterà a riscoprire quelle relazioni essenziali – sia con il mondo vivente che con i nostri simili – che danno alla nostra vita significato e gioia”.La proiezione fa parte del ciclo “Famiglie Sostenibili” e sostituisce l’incontro con la giornalista Linda Grilli che purtroppo non potrà essere presente.

Vi aspettiamo e… passate parola!!

Prossimi appuntamenti per mamme e papà!

Carissimi,

vi segnaliamo questi incontri che pensiamo siano di interesse per voi:

  • sabato 16 novembre alle ore 15.00 presso lo Spazio Giovani Casò (alla Casa nel Parco) in via Fazzano 9 a CORREGGIO ci sarà un incontro dal titolo “Bebè a costo zero. Quali strategie mettere in campo per districarsi tra le mille offerte che ruotano intorno al pianeta della prima infanzia?” con l’autrice dell’omonimo libro, la giornalista (e mamma) Giorgia Cozza. L’incontro, libero e gratuito, per futuri e neogenitori, fa parte del ciclo “Un genio contro la crisi”, organizzato dal Centro per le Famiglie dell’Unione dei Comuni della Pianura Reggiana. Per informazioni: Tel. 0522.630844, e-mail comeinfamiglia@pianurareggiana.it
  • giovedì 21 novembre alle 16.30 presso la biblioteca Il Falco Magico di Carpi c’è l’incontro per genitori in attesa “Essere_VOCE”, sulla bellezza e utilità della lettura al proprio bimbo/a nella pancia. Incontro gratuito, prenotazione obbligatoria al 338/4265167.
  • Sempre giovedì 21 novembre, alle ore 21 all’Auditorium Carlo Rustichelli, via San Rocco, 5 – Carpi, ci sarà un altro incontro del ciclo “Famiglie Sostenibili” organizzato dal Centro per le Famiglie in collaborazione con CarpiTransizione intitolato “La spesa consapevole”. Utile per orientare i nostri acquisti all’insegna della salute, dell’eticità e – perché no? – del risparmio.
  • sabato 23 novembre alle 9.30 a Ca’ delle Fate, via Pico della Mirandola, 1 – Carpi (loc. Cibeno Pile) ci sarà invece una lezione gratuita di BABY SHIATSU: poter dare sollievo al bambino durante coliche intestinali o favorirne il sonno, anche fuori casa e sopra i vestitini è possibile con il BABY SHIATSU: utili tecniche di Shiatsu, facili da ricordare per brevi trattamenti da fare in qualsiasi momento della giornata. Conduce Monica Lugli, Operatore e Formatore Shiatsu. È richiesta una conferma della propria presenza mandando un sms a Elena, 370-3052341.
  • conferenzaE segnatevi intanto queste date, anche se ve le ricorderemo: giovedì 5 dicembre alle 21 l’autrice Paola Negri ci parlerà di alimentazione dalle prime pappe in poi con l’incontro “W LA PAPPA! DALL’INTRODUZIONE DEI CIBI SOLIDI ALL’ALIMENTAZIONE ADULTA. EDUCARE I NOSTRI FIGLI, E NOI STESSI, A MANGIARE SANO E VIVERE BIO”, e sabato 7 dicembre alle 10.00 Alessandro Carrafiello, medico chirurgo specialista in odontostomatologia parlerà di “ALLATTAMENTO AL SENO: la salute di tutta una vita attraverso una corretta deglutizione”.

A presto!!

Le mamme del GAAM

21-28 febbraio: prossimi appuntamenti

Questo ciò che bolle nella nostra pentola (ma non solo nella nostra):

  • essere_voce_iconaGiovedì 21 febbraio , ore 16.30, Biblioteca Il Falco Magico: Essere_VOCE. Incontri per mamme e papà in attesa per scoprire la bellezza e l’utilità del racconto e della voce prima della nascita. Prenotarsi al 338-4265167
  • detergenza-e-cosmesi-naturaleSabato 23 febbraio, ore 16.00, alla Casa del Volontariato: COSMESI NATURALE PER IL BAMBINO. Preparazione di prodotti naturali per la pelle del neonato e del bambino. Laboratorio condotto da Sabrina Musi, mamma del GAAM e operatore di discipline bionaturali. È richiesto un contributo di 5 euro per i materiali necessari. Prenotazione obbligatoria al 370-3052341
  • logo_cadellefate
  • Sempre sabato 23 febbraio, ma al mattino alle 11 presso il Quicittà di Carpi (via Berengario, 4) c’è la presentazione ufficiale del Centro Ca’ delle Fate. Per informazioni potete consultare il loro sito http://cadellefate.wordpress.com/
  • danza_panceGiovedì 28 febbraio, ore 19, alla Ca’ delle Fate (via Pico della Mirandola, 1 a Cibeno): LA DANZA DEL PANCIONE. La “danza del ventre” da espressione della femminilità in movimento ad aiuto concreto per il parto. Movimenti di danza orientale per gestanti fino all’8° mese con esercizi su piedi, gambe, bacino, braccia e respiro, perché tutto il corpo possa seguire la musica della vita che nasce. Conduce Serena Maccaferri, operatrice olistica e ballerina de “Le Luci del Deserto”. Seguirà per chi lo desidera un mini-corso di 3 date (28/03, 23/04 e 23/05, con contributo minimo da concordare a seconda delle iscrizioni). Comunicare la propria presenza al 370-3052341